Presentazione libro ‘Riflessi Africani’ di Giuseppe Proverbio

foto ProverbioDomani pomeriggio,  sabato 11 luglio alle ore 18 nei locali di fronte alla sede della Pro Loco di Gallarate in Vicolo del Gambero, gentilmente concessi dal Consorzio Bibliotecario Panizzi, si svolgerà la presentazione del nuovo libro di Giuseppe Proverbio “Riflessi Africani”. A presentarlo l’ingegner Alberto Guenzani.

Scritto dopo l’ultimo viaggio dello scorso dicembre in Kenia il libro è una raccolta di poesie, pensieri e disegni che raccontano scorsi di quel panorama del Kenia che è nel cuore di Proverbio da moltissimi anni.

Nel libro, edito per i “Quaderni” della Collana Galerate, tanti pensieri per i luoghi del Kenia, tanti piccoli momenti vissuti in prima persona da Giuseppe Proverbio, in mezzo a bambini ed adulti ormai diventati come una grande famiglia.

Farfalle, corvi e giardini lussureggianti sono al centro di immagini poetiche e ricordi indelebili nella mente di questo scrittore, poeta e pittore, amico della Pro Loco di Gallarate e grande protagonista della vita culturale della città.

Fino al 17 luglio, inoltre, è allestita in sede la mostra di Giuseppe Proverbio “Angoli di Poesia del Ticino“.

Premiazione e inaugurazione Humour a Gallarate

Invito Humour

 

Si scaldano i motori nella sede della Pro Loco Gallarate per il grande giorno di “Humour a Gallarate Grand Prix Marco Biassoni”, che domenica 3 maggio dalle ore 11 aprirà i battenti, con la cerimonia di premiazione, prima, nella sala conferenze del Teatro Condominio Vittorio Gassman e di seguito con il taglio del nastro della mostra a Palazzo Minoletti.

Un evento di forte richiamo per la comunità umoristica internazionale che anche quest’anno non ha potuto rinunciare a mettersi alla prova con un tema legato ad Expo, “Il Mercato Globale”.

A completare la mostra delle XX e XXI Edizione la personale di Benny Nicolini, famoso caricaturista italiano.

L’appuntamento è per domenica mattina, 3 maggio 2015, dalle ore 11 per una giornata all’insegna delle risate e dell’humour graphic.

Elenco autori partecipanti e selezionati di Humour a Gallarate 2015

Avrà luogo fra pochi giorni l’inaugurazione della XX e XXI Edizione di Humour a Gallarate Grand Prix Marco Biassoni, un evento di grande richiamo per la città di Gallarate a cui partecipano i migliori cartoonist al mondo.

Tema scelto per questa doppi edizione realizzata in concomitanza con Expo 2015 è il “Mercato Globale”.

In attesa della cerimonia di premiazione che avrà luogo domenica mattina alle ore 11 alla sala conferenze del Teatro Condominio Vittorio Gassman e dell’inaugurazione della mostra, subito dopo a Palazzo Minoletti, ecco l’elenco totale dei partecipanti e i selezionati dalla Giuria per la mostra e per la pubblicazione sul catalogo.

Sbirciate sul blog dell’humour per scoprire i nomi!

Vi aspettiamo domenica 3 maggio 2015!

Servizio Civile Nazionale alla Pro Loco di Gallarate

logoscnunpli2La Pro Loco di Gallarate ricerca 2 volontari per il Servizio Civile Nazionale per il nuovo bando in scadenza il 16 aprile 2015.

GALLARATE – La Pro Loco di Gallarate ha ricevuto in questi giorni la conferma dell’accreditamento come Ente autorizzato ad ospitare 2 volontari del Servizio Civile Nazionale, che potranno essere selezionati attraverso il bando dell’Unpli (Unione Nazionale Pro Loco Italiane, domanda e documentazione completa scaricabile su questo sito internet), con scadenza il prossimo 16 aprile 2015 la cui selezione si svolgerà in sede il prossimo 9 maggio 2015.

La ricerca è indirizzata ad ambosessi fra i 18 e i 28 anni, come da regolamento generale per il SCN (tutte le info sul portale) e si concretizzerà in un impegno di 30 ore settimanali di volontariato, distribuite su 6 giorni settimanali, dal lunedì alla domenica, con orari da concordare con l’ente stesso, e un rimborso spese previsto di 433,80 Euro al mese. Continue reading

SABATO 8 MARZO 2014 – GALLCARNAVAL

SABATO 8 MARZO 2014 – GALLCARNAVAL

PDF Scarica il volantino

Schermata 2015-03-07 alle 16.09.02Dal 1984 al 1986, la manifestazione del carnevale denominata “ CARNEVALE INSIEME”, propone una sfilata di carri allegorici e gruppi mascherati per le vie della città. Dal 1987, la manifestazione cambia nome e diventa GALLCARNAVAL e dal 2006aprono il corteo i galli rosso e bianco.

La sfilata dei carri diventa a tema e concorso e si inventa un “palio” da assegnare alcarro vincitore. I palii sono opere di valenti pittori cittadini e del gallaratese.
La giuria è composta da personalità artistiche e rappresentanti della cittadinanza.
Dal 1988, i pittori dell’Associazione Artistica Alfa – 3A – partecipano alla festa del Gallcarnaval con la realizzazione di grandi stendardi con soggetto carnevalesco, che vengono esposti sui balconi di Piazza Garibaldi e Piazza Libertà e di una mega tela che fa da sfondo al palco, con la scritta “Carnevale insieme” (poi incendiata da ignoti).

Nel 1995 nascono le maschere di Re Risotto e Regina Luganeghetta. Questi personaggi sono accompagnati anche da un contadino e una contadina gallaratesi in costume del 1700. Il gruppetto diventa tradizione e aprirà il corteo mascherato anche negli anni successivi. Musica e animazione in piazza.
Anche il pubblico può votare il carro o gruppo preferito tramite il tagliando dellaLotteria “Re Risotto”. Un’altra innovazione è l’aggiunta di una sfilata notturna, con icarri illuminati, nella settimana precedente il nostro sabato grasso.

Dal 2000, la Pro Loco sospende il concorso per l’assegnazione del Palio al carro vincitore e punta a consolidare e arricchire la manifestazione anche con la partecipazione di Pro Loco e gruppi del Bacino Val D’Arno-Ticino Varese 7. L’animazione musicale sul palco in Piazza Libertà è affidata a gruppi e complessi che coinvolgono nel ballo collettivo le numerose persone presenti.

Quella del 2003 è la ventesima edizione del Carnevale Gallaratese.
In tutti questi anni, la Pro Loco, in collaborazione con l’Amministrazione Comunalee con i gruppi di Gallarate e non, ha sempre cercato di rendere questa manifestazione un vanto per la città, di migliorarla anno per anno, di arricchirla, di allargare i suoi confini, di soddisfare “tutti” i cittadini con un particolare riguardo ai più piccoli. Creare un momento di aggregazione e mantenere, anche nei momenti di difficoltà, quella che è ormai diventata “tradizione”.